Archivio Autore

Passeggiata culturale degli studenti elvetici

Passeggiata culturale degli studenti elvetici

Passeggiata culturale degli studenti elvetici

Turisti Elvetici agli scavi di Pompei

Una passeggiata culturale a piedi, lungo il territorio della costa vesuviana. E´ stata l’impresa degli ultimi giorni di una comitiva di studenti universitari elvetici, che sotto la guida di artisti e studiosi locali, sono entrati nel cuore di un comprensorio segnato da testimonianze di grandezza ed elementi di degrado. Dalla Reggia di Portici agli scavi di Pompei, attraversando Ercolano, Torre del Greco e Torre Annunziata, fino al parco archeologico di Pompei. L´itinerario è stato percorso sotto la guida di docenti, archeologi, artisti ed architetti. L’area pompeiana ha naturalmente catalizzato l’interesse maggiore della comitiva, che ha conosciuto i particolari della vita antica a Pompei durante il primo secolo dopo Cristo. Gli approfondimenti di usi, costumi, materiali e tecniche di costruzione delle domus, assumono valore in una programmazione urbanistica di riedificazione ecosostenibile del territorio del Vesuvio. Gli studenti hanno realizzato, attraversando la città antica, performance artistiche documentate con video, foto e registrazioni audio. E’ stato un modo per utilizzare l’arte contemporanea come modello per la fruizione di conoscenze e valorizzazione dei beni culturali. Il progetto è della Stalker Walking School (SWS) con la partecipazione di docenti e studenti di studi urbani dell’ETH Zurigo e quelli di fotografia della scuola della HFG di Karlsruhe, e la collaborazione di SUDLAB. E’ la seconda esperienza del genere nella provincia di Napoli, in cui sono stati impegnati tre giorni in cammino al fine di comprendere e raccontare con l’arte le trasformazioni del paesaggio all’ombra del Vesuvio. E’ un approccio di conoscenza diretta attraversando i luoghi ed osservando le contraddizioni di una cultura millenaria svalutata dal degrado attuale. Pompei con Ercolano e le ville del Miglio d’Oro alle falde del Vesuvio, costituiscono una possibilità unica per preservare il passato in funzione di un futuro sostenibile e consapevole. Il Vesuvio è una delle aree più popolate d’Europa (circa 700.000 abitanti) per cui la testimonianza archeologica dell’eruzione assume anche il valore di monito da interpretare nella penetrazione del territorio, dove il valore estetico dei monumenti vesuviani contrastano con i complessi urbani realizzati nell’ultimo ventennio. Nel percorso, anche la visione della processione di Maria SS. della Neve a Torre Annunziata, che è stata funzionale alla conoscenza della cultura locale, come necessità di esorcizzare con segni di religione la paura del Vesuvio.

Passeggiata culturale degli studenti elvetici

 

Passeggiata culturale degli studenti elvetici

Il film italiano: “Gladiatori di Roma 3D”

Costato ben 40 milioni di euro e 5 anni di lavoro cui ha preso parte uno staff di 500 persone, è appena uscito in 400 copie “Gladiatori di Roma 3D”, nuovo arrivato tra i titoli di animazione. Sono numeri importanti per non dire stratosferici visto che si tratta di una produzione italiana.

A dire il vero l’impronta hollywoodiana c’è, perché Igino Straffi, produttore e regista del film, ha ingaggiato come sceneggiatore niente meno che quello del primo episodio della saga “L’Era Glaciale”. Questa partecipazione di lusso ha sicuramente aiutato la riuscita dell’opera ma ne ha attutita la forza dirompente perché ha significato mettere in scena tutta una serie di stereotipi dell’animazione visti e rivisti nei titoli americani.

Visto il coraggioso dispiegamento di forze profuse, forse non c’era margine di rischiare ulteriormente distaccandosi dalla tradizione.

Le scenografie di sfondo sono belle e particolareggiate e il 3d visivamente molto potente, ma i movimenti di macchina appaiono spesso troppo veloci e i volti dei protagonisti un po’ limitati nell’espressività. Sul doppiaggio stendiamo un velo pietoso perché fa veramente impressione la mancata sincronia tra disegni e voci.

La tecnica d’animazione non è al livello degli ultimi capolavori d’oltreoceano; ma i bambini apprezzeranno lo stesso e coloreranno da soli con la fantasia quel che appare troppo povero ai disincantati adulti.

Il messaggio del film è importante: le mete si raggiungono con sforzo e sacrifici costanti e non percorrendo scorciatoie.

“Gladiatori di Roma 3D” è stato venduto in 30 Paesi e arriverà in 3000 copie in America la prossima Pasqua. Rappresenta insomma una gigantesca scommessa per l’esportazione del nostro cinema.

Pompei: statua trafugata recuperata

I carabinieri del Comando Provinciale di Piacenza a conclusione di una complessa indagine negli ambienti dei mercanti d’arte, hanno recuperato una testimonianza archeologica di inestimabile valore trafugata 25-30 anni fa in zona archeologica Ercolano-Pompei e trovata in possesso di un professionista. Si tratta della testa di una statua funeraria riconducibile al periodo tra l’anno 100 a.c. e l’anno 50 d.c.
La rara testimonianza del patrimonio storico, esaminata dalla Soprintendenza ai Beni Culturali e Archeologici di Parma, ha destato enorme interesse nell’ambiente culturale e archeologico e dovrebbe raffigurare il volto di Agrippina Minore, ovvero Giulia Agrippina, figlia minore di Nerone.
Il prezioso manufatto è stato custodito per quasi trent’anni dal professionista, che ha tentato di venderlo solo in questi giorni. Ed è qui che è scattata l’indagine, partita proprio da alcune segnalazioni giunte ai militari dal mondo dell’arte.
L’oggetto storico-archeologico d’inestimabile valore rappresenterebbe il viso della figlia minore di Nerone ed è stato custodito per 30 anni da un “collezionista” fino a qualche settimana fa, quando è stata tentata la vendita nel mondo dei mercanti d’arte

Visite gratuite ai siti archeologici vesuviani il 29 e 30 settembre


Gratis agli Scavi di Pompei

Scavi di Pompei

La Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei ha diramato un comunicato per informare di aver aderito all’iniziativa del Ministero dei Beni Culturali volta a promuovere i monumenti archeologici e paesaggistici in occasione della Giornate Europee del Patrimonio “L’Italia tesoro d’Europa“, indette nei giorni del 29 e 30 settembre prossimi. In quelle date l’ingresso agli scavi di Pompei, Ercolano, Oplontis, Stabia e all’Antiquarium di Boscoreale sarà gratuito.

Pompei ha organizzato visite guidate gratuite per le ore 10,30 e le ore 12,00 di sabato 29 e domenica 30 settembre. All´iniziativa, curata da CoopCulture, possono partecipare un massimo di 30 persone per turno, con prenotazione obbligatoria al seguente numero telefonico della direzione di Villa dei Misteri degli scavi di Pompei: 081.8575327 (chiamando dalle ore 9,30 alle 15,00 da lunedì 24 a venerdì 28 settembre).

Pompei Cinema Festival, seconda edizione.

Teatro Costanzo Mattiello Pompei

Al Teatro Di Costanzo Mattiello, ci sarà la premiazione dei personaggi appartenenti al mondo cinematografico, televisivo e giornalistico che hanno maggiormente valorizzato location, paesaggi e identità culturali del sud Italia, senza dimenticare l’attenzione che la manifestazione rivolge alla legalità e tematiche sociali.

L’evento includerà inoltre il Premio alla Legalità, Premio alla Carriera, Premio alla Città di Pompei, Premio Pompei Cinema Festival 2012.

L’veneto è stato realizzato grazie alla collaborazione con Cinzia De Curtis (agenzia Intermedia 86) e oltre ai premi per i film, verrà assegnato un riconoscimento ad uno dei tre cortometraggi proiettati nei locali del Liceo Scientifico e Statale E. Pascal durante i tre giorni del Festival: ‘Uno Studente di nome Alessandro‘, film di Enzo De Camillis; ‘Massimo‘, Road to Pictures Film, in collaborazione con Images Hunters e Visualdesigners è un film di Ciro D’Amelio con Ruggiero Tammaro, Ardalan Nebavinejad, Dario Leone e Giulio Monterotti; “Damiano”- Sicilia, 1992. Damiano, un bambino di nove anni, vive attraverso i suoi attenti occhi le stragi e gli attentati di mafia di quegli anni, tra cui l’uccisione del suo maestro (mentore, amico e giornalista), e le difficoltà del padre nel trovare lavoro.

il Viaggio nei sensi a Pompei, Sorrento e Caserta tra cultura e cibo

Dal 14 settembre al 2 novembre i ristoratori inventeranno le loro ricette ispirandosi alla storia e all’arte

Il percorso si snoderà tra Sorrento, Pompei e Caserta come luoghi dove arte e gusto trovano una perfetta sintesi. Per il primo appuntamento, a Sorrento, venerdì 14 settembre, gli chef di Camera&Cucina, coadiuvati da Imma Gargiulo, finalista della prima edizione di Master Chef Italia, proporranno una cena con portate ispirate ad alcune delle opere conservate presso il Museo Correale di Terranova. La cena, con inizio alle 20.30, al costo 45 euro, sarà accompagnata dai vini dell’azienda Feudi di San Gregorio e avrà una dolce conclusione con “Sentimento di Sal” del noto pasticcere dell’Accademia Maestri Pasticceri, Sal De Riso. Il 12 ottobre, poi, sarà la volta di Paolo Gramaglia, del ristorante President di Pompei, che non poteva che ispirarsi agli affreschi dei vicini scavi di Pompei e Oplonti. A Caserta, infine, a due passi dalla Reggia, la chef Rosanna Marziale del ristorante Le Colonn, il 2 novembre, svilupperà il suo viaggio ispirandosi ai Borbone e ai piatti preferiti del re, il tutto con una cena sensoriale dal titolo “Il ritorno Fantastico di Carlo di Borbone”. Sarà un attore a recitare la parte del re che racconta le sue preferenze gastronomiche.

Mangiare è un’esperienza che coinvolge non soltanto il gusto, ma anche tutto l’insieme delle nostre sensazioni. E questa totalità di sensazioni è l’aspetto che probabilmente fa del cibo cultura. Da qui, da queste suggestioni e da un’idea di Carmen Davolo, Santa di Salvo, Daniela Marrapese, Giuseppe Aversa e Antonino Fattorusso, e con la collaborazione del Museo Correale di Terranova di Sorrento, parte a settembre “Viaggio nei sensi…aspettando le Giornate Gastronomiche Sorrentine”, un format che continuerà fino a novembre 2012 e che andrà in scena in alcune delle località più suggestive della regione.

Pompei: visitatori in aumento, superata quota 16 mila

Botteghino Scavi di Pompei

Ben 16.329 persone hanno affollato i siti archeologici vesuviani. Lo comunica, in una nota, la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei. Si tratta di un ottimo risultato, conseguito anche grazie alla presenza di numerosi croceristi che hanno fatto scalo al porto di Napoli. Ed effettivamente, Pompei ed Ercolano, che ieri hanno fatto registrare 14.802 e 1.389 visitatori rispettivamente, restano in cima alle preferenze dei turisti che, giungendo nella citta’ capoluogo, le scelgono quale meta delle loro escursioni.

Infatti, dopo mesi in cui, anche a causa dello scenario di crisi che caratterizza l’economia mondiale, si e’ registrato un sia pur contenuto calo di presenze, i primi 11 giorni di settembre fanno registrare un aumento di circa il 5% nel numero di visitatori rispetto allo stesso periodo del 2011. E, se e’ sicuramente presto per trarre conclusioni definitive, il dato e’ sicuramente una conferma del prestigio che le aree archeologiche vesuviane godono in tutto il mondo.

Pompei in diretta, lo spettacolo e le rovine

Le Note degli Angeli celebrano i grandi valori – Ieri sera, su Rai Uno, è andato in onda uno spettacolo dedicato ai grandi valori della Pace e della Carità, Le Note degli Angeli.  L’evento è stato trasmesso in diretta dal Santuario della Beata Vergine del Rosario di Pompei. La conduzione del programma è stata affidata a Massimo Giletti e Serena Rossi, hanno inoltre partecipato artisti come Massimo Ranieri, Marco Carta, Roberto Vecchioni, Fabio Concato, Michele Placido, Orietta Berti, Divas, Le TRE.N.D. e Daniel Panetta.
Con la testimonianza di un grande campione dello sport come il calciatore Marek Hamsik. Le coreografie sono state curate dal Maestro Angelo Parisi, che dirige il Corpo di ballo Percorsi nel Caos. Sul palco,  l’Orchestra I Suoni del Sud diretta dal Maestro Alterisio Paoletti. All’evento televisivo è stata inoltre abbinata una campagna raccolta fondi Madonna Del Rosario di Pompei per la realizzazione de Un Progetto di edilizia Sociale in Africa – per sostenere le opere del Santuario. Dal 14 al 24 luglio, attraverso il numero solidale 45508 si potranno donare 2 euro con un sms o con una chiamata da telefono fisso. Lo spettacolo Le Note degli Angeli dalla Myriam Entertainment Srl di Roma, e firmato da Enzo Palumbo e Annamaria de Nittis mentre la regia è stata curata da Giovanni Caccamo.
Importante partecipazione allo spettacolo sarà quella di Roberto Vecchioni. Il suo ultimo album si intitola Chiamami ancora amore. Pubblicato nel 2011, il singolo di lancio è Chiamami ancora amore, brano vincitore del Festival di Sanremo 2011. Prima di questo lavoro Roberto Vecchioni ha pubblicato nel 2007.

Le Note degli Angeli celebrano i grandi valori – Ieri sera, su Rai Uno, è andato in onda uno spettacolo dedicato ai grandi valori della Pace e della Carità, Le Note degli Angeli.  L’evento è stato trasmesso in diretta dal Santuario della Beata Vergine del Rosario di Pompei. La conduzione del programma è stata affidata a Massimo Giletti e Serena Rossi, hanno inoltre partecipato artisti come Massimo Ranieri, Marco Carta, Roberto Vecchioni, Fabio Concato, Michele Placido, Orietta Berti, Divas, Le TRE.N.D. e Daniel Panetta.
Con la testimonianza di un grande campione dello sport come il calciatore Marek Hamsik. Le coreografie sono state curate dal Maestro Angelo Parisi, che dirige il Corpo di ballo Percorsi nel Caos. Sul palco,  l’Orchestra I Suoni del Sud diretta dal Maestro Alterisio Paoletti. All’evento televisivo è stata inoltre abbinata una campagna raccolta fondi Madonna Del Rosario di Pompei per la realizzazione de Un Progetto di edilizia Sociale in Africa – per sostenere le opere del Santuario. Dal 14 al 24 luglio, attraverso il numero solidale 45508 si potranno donare 2 euro con un sms o con una chiamata da telefono fisso. Lo spettacolo Le Note degli Angeli dalla Myriam Entertainment Srl di Roma, e firmato da Enzo Palumbo e Annamaria de Nittis mentre la regia è stata curata da Giovanni Caccamo.
Importante partecipazione allo spettacolo sarà quella di Roberto Vecchioni. Il suo ultimo album si intitola Chiamami ancora amore. Pubblicato nel 2011, il singolo di lancio è Chiamami ancora amore, brano vincitore del Festival di Sanremo 2011. Prima di questo lavoro Roberto Vecchioni ha pubblicato nel 2007.

Scoperta in Canada una Pompei di animali vissuti 550 milioni di anni fa

Scoperta in Canada una piccola “Pompei” animale, dove la cenere emessa da un’eruzione vulcanica di 579 milioni di anni fa ha ricoperto e conservato fino ad oggi una “nursery” di piccoli animali preistorici estinti simili a fronde e chiamati rangeomorfi, tra i primi organismi multicellulari complessi comparsi sulla Terra.

Lo rivela uno studio condotto dalle università britanniche di Oxford e Cambridg, pubblicato sul Journal of the Geological Society.Rinvenuti un centinaio di fossili – Il ritrovamento è stato fatto nella riserva ecologica di Mistaken Point, nell’isola di Terranova. Qui i ricercatori hanno rinvenuto più di un centinaio di fossili di questi bizzarri organismi, vissuti 580-550 milioni di anni fa, ricoperti dalle ceneri di un vulcano di un’isola vicina.

Le loro dimensioni particolarmente ridotte fanno pensare a dei cuccioli: gli esemplari ritrovati sono lunghi meno di 3 centimetri, molti si aggirano intorno ai 6 millimetri, mentre i loro ‘genitori’, ritrovati nelle aree circostanti, potevano raggiungere anche due metri di lunghezza.Animali iniziarono ad aumentare le loro dimensioni 580 milioni di anni fa – I rangeomorfi erano organismi molto particolari, e ancora oggi rappresentano un vero rompicapo per gli studiosi, che non riescono ad attribuire loro un posto ben preciso nell’albero dell’evoluzione.

Avevano un aspetto “frondoso” simile a quello delle attuali penne marine (Pennatulacea) e vivevano al buio nelle profondità dell’oceano: non erano delle piante, ma non presentavano nemmeno tutte le caratteristiche tipiche degli animali. La loro scoperta rafforza l’ipotesi secondo cui gli animali iniziarono ad aumentare le loro dimensioni proprio 580 milioni di anni fa.

Miss Vesuvio: Vince Sandra Ferrante Cavalaro

Sandra Ferrante Cavallaro

Si chiama Sandra Ferrante Cavallaro, ha 17 anni ed è di Striano la vincitrice della tappa di Pompei (Na) di Miss Vesuvio 2012, tenutasi lo scorso 8 luglio. Sandra, ha vinto un orologio Altanus, un set di accessori per il trucco e parrucco Setablù, ed ha incassato l’accesso alla finale di ottobre.
Ad incoronarla gli attori Ciro Ceruti e Ciro Villano. I due, reduci dal successo del film “Fallo per papà” di cui sono anche registi, si preparano per “Piccoli segreti di famiglia” prodotto dalla Prospet e in scena a novembre al Teatro Totò.
Tra i giurati anche il poeta, critico letterario, e paroliere Mauro Romano che ha molto apprezzato la recitazione di poesie di Eduardo De Filippo da parte di Antonella Auricchio e Lucia Parisi, vincitrici della fascia Teatro Totò, nelle precedenti edizioni di Miss Vesuvio. Anche quest’anno, il Teatro Totò grazie al consolidato partenariato con il concorso, mette in palio un corso di recitazione gratuita in ogni tappa.
La kermesse, sin dall’inizio, ha coinvolto il numeroso pubblico presente con le performance musicali dei Lucky Luciano Swing Band, degli Spatial Vox ed i continui interventi dei due esilaranti presidenti di giuria, Ciro Ceruti e Ciro Villano interpellati dall’impeccabile conduttore Gaetano Gaudiero.
Le partecipanti, pettinate dall’hair stylist Alfonso Palma, hanno sfilato in costume Yamamay, mentre la Miss Vesuvio 2011, Michela Valmori, e la vincitrice della precedente tappa di Ottaviano, Anna Marchiò, hanno sfoggiato abiti Que Guapa e Armatore. La stessa Anna Marchiò ha fatto sognare le donne presenti indossando in passerella un abito da sposa disegnato dalla stilista Giusi Barone.
Infine, i Patron di Miss Vesuvio, Anna Maione e Nicola Pinto hanno ringraziato il Comitato “Amici per Pompei” presieduto da Antonio Cirillo per la disponibilità e l’ottima accoglienza nei confronti del concorso e hanno dato appuntamento alla prossima tappa, il 25 luglio a Sant’Agnello.
Le iscrizioni al concorso, sono aperte, per iscriversi basta compilare il form presente sul sito www.missvesuvio.it

Miss Vesuvio