QUESTA E' UNA PAGINA ESTERNA. VAI AL SITO PRINCIPALE
THIS IS 'AN EXTERNAL PAGE. GO TO MAIN SITE

 

 

LA PROVENIENZA

Pompei, a differenza di altri centri campani fondati per lo più dai coloni greci, sorse ad opera delle popolazioni osche probabilmente intorno al lXVlll sec. aC., anche se le testimonianze giunte fino a noi non vanno oltre il VI secolo. La cittadina si sviluppò su un terrazzamento lavico formatosi molti secoli prima. Esso rappresentò un valido baluardo naturale rispetto alle minacciose incursioni dei popoli limitrofi,  Al tempo stesso la natura vulcanica del terreno rese il territorio della valle del Sarno particolarmente fertile permettendo un forte sviluppo dell’economia agricola.
Pompei fu presto in contatto con le vicine colonie greche: da esse assimilò la cultura, i modi di vita e la religione propri della Magna Grecia. Ne è testimonianza la presenza di un tempio dorico situato nel Foro Triangolare. La città fu soggetta agli Etruschi per quasi cinquanta anni (fino al 474 a.C.( quando questi occuparono parte dell’interno della Campania. Subito dopo ritornò sotto la sfera d’influenza dei Greci. Entrò poi nell’area di espansione dei Sanniti (V secolo), sotto i quali si ingrandì notevolmente formando quel nucleo storico i cui resti sono ancora oggi cospicui. Esso è individuabile in parte della cinta muraria più antica, nell’architettura di alcune case (sono quelle caratterizzate dall’atrio di tipo tuscanico) e negli edifici pubblici del Foro Triangolare e nel Tempio di Apollo del Foro Civile.


Intanto Roma aveva iniziato la sua progressiva avanzata verso l’italia meridionale ed aveva cominciato a superare la resistenza delle popolazioni italiche. Anche quelle sannitiche dovettero così arrendersi all’Urbe, il che avvenne dopo tre lunghe e aspre guerre, l’ultima delle quali combattuta negli anni che vanno dal 298 al 290 a.C. Con la conquista della Campania anche Pompei finì dunque sotto il dominio romano divenendo socia”, status che comportava il mantenimento di una relativa autonomia locale. Da quei momento la sua storia rimase strettamente legata a quella dell’Urbe e solo in occasione della guerra sociale condotta dalle popolazioni italiche per difendere, in un estremo tentativo, la propria libertà, essa si associò al moto in­surrezionale (91 a.C.(. Nell’89 a.C. fu però assediata da Silla ed espugnata così da essere ricondotta sotto l’egida di Roma. Nell’80 a.C. diven­ne colonia romana con il nome di Colonia Cornelia Veneria Pompei. Come già in passato, Pompei conti­nuò ad ingrandirsi e svilupparsi in ogni settore, specialmente in quello economico, ampiamente favorita dal suo entroterra fertile e dalla felice posizione.

 

 

Copyright (c) 2002-2010 by PUBLITECH (info@publitech.it)